PUBBLICITA'

Moto, Novità Moto,

Vespa sbarca in India

All’Auto Expo di Delhi

Vespa, lo scooter più famoso e diffuso al mondo, si presenta al mercato indiano all’Auto Expo di Delhi, il più grande salone automobilistico e motociclistico dell’Asia e tra le principali rassegne motoristiche mondiali.

All’undicesima edizione del salone di Delhi, il Gruppo Piaggio ha svelato la Vespa LX 125 sviluppata espressamente per il mercato del subcontinente indiano che è il secondo più grande del mondo per volumi con circa 13 milioni di unità vendute nel 2011 – due milioni e mezzo delle quali sono scooter – ed è caratterizzato da altissimi tassi di crescita.

La Vespa LX 125 presentata all’Auto Expo di Delhi è una versione che – rispetto a quella prodotta in Italia e commercializzata in Europa e USA, e al modello prodotta da Piaggio Vietnam – presenta adattamenti specifici dal punto di vista ergonomico, è caratterizzata da una più facile accessibilità a motore e pneumatici (le forature sulle strade indiane sono all’ordine del giorno), ma che soprattutto è dotata di un nuovissimo motore 125 cc 4 tempi a 3 valvole.

Un propulsore completamente nuovo che il Gruppo Piaggio ha sviluppato espressamente per il debutto sul mercato indiano delle due ruote. Si tratta di una unità modernissima, particolarmente silenziosa ed “eco friendly” (ridotte emissioni sia gassose sia sonore) e che presenta eccezionali livelli di consumo offrendo percorrenze superiori a 60 km con un litro di benzina.

La produzione della Vespa 125 destinata al mercato indiano inizierà a marzo 2012 nel nuovo stabilimento di Baramati, area in cui sorge il complesso industriale di Piaggio Vehicles Private Ltd., controllata al 100% dal Gruppo Piaggio, che già oggi in India produce veicoli da trasporto merci e persone a tre ruote.

Le vendite della Vespa sul mercato indiano inizieranno ad aprile, subito dopo il lancio commerciale, e partiranno da una rete di dealer che coprirà da subito le 35 più importanti città dell’India.

Tag:,

Invia questo articolo via email Invia questo articolo via email

Stampa questo articolo

Articoli correlati